DOMS o ACIDO LATTICO: sfatiamo questo mito | CrossFit Latina Gabriele Nazianzieno

Per anni si è sentito parlare di acido lattico come la causa dei dolori post allenamento che  possono persistere per alcuni giorni.

A chi non è capitato di svegliarsi la mattina e di avere al posto delle gambe due ciocchi di legno?

Questa è una condizione che si verifica molto frequentemente quando si effettua una seduta di allenamento molto intensa oppure quando si sottopone il nostro fisico  a sforzi a cui non è abituato.

I dolori post-workout prendono il nome di DOMS ovvero, Indolenzimento muscolare ad insorgenza ritardata.

I DOMS sono dei danni muscolari provocati dall’allenamento, soprattutto dalla fase eccentrica dell’esercizio cioè quando il muscolo si allunga, per esempio la discesa di uno squat.

Il dolore è causato dalle lesioni dei ponti di actina e miosina che liberano molecole pro-infiammatorie ed è localicalizzato nei muscoli interessati.

Queste microlacerazioni, avvengono oltre che nel tessuto muscolare anche in quello connettivo circostante, causano infiammazione acuta.

Aumenta inoltre la permeabilità capillare ed il flusso sanguigno e questo causa un accumulo di liquido interstiziale nelle zone danneggiate con richiamo delle cellule infiammatorie.

Sempre più spesso sentiamo persone dire: mannaggia non riesco a muovermi perché sono pieno di acido lattico”.

L’idea che sia il lattato nei muscoli a causare i DOMS è stata sfatata da tempo.

Durante l’esercizio fisico i livelli di lattato nel sangue e nei muscoli aumentano e tornano a livelli normali nel giro di un’ora al massimo, mentre i DOMS insorgono dopo ore quando i livelli di lattato sono normali.

Quando l’acido lattico viene spostato dal muscolo nel sangue prende il nome di LATTATO poiché cambia la sua struttura chimica.

DOMS o ACIDO LATTICO: sfatiamo questo mito | Gabriele Nazianzieno CrossFit Latina

I sintomi dei DOMS sono:

  • Rigidità muscolare
  • Gonfiore
  • Dolore localizzato
  • Perdita di forza

I  modi per contrastare i DOMS sono:

  • Alternare caldo e freddo
  • Mangiare frutta e verdura poiché ricche di vitamine
  • Aumentare  la quantità di carboidrati e proteine per consentire al corpo di autoripararsi

In conclusione mettiamoci  l’anima in pace poiché la visita dei DOMS sarà sempre più frequente, basta sapere cosa fare e che non si tratta di acido lattico.

Leave a Reply